Red Army vince ancora e adesso fa davvero paura

Guinness PRO12 Editor

4 Jan 2011

Tags

La formazione di Limerick si impone contro l’Ulster grazie a Tommy O’Donnel e dei due Murphy (Barry e Lifeimi). Leinster batte Connacht, show di Priestland tra Scarlets e Dragons.

Nell’ultima gara dell’anno gli Ospreys non riescono ad espugnare Cardiff e interrompono la loro striscia di vittorie consecutive, ma restano in zona play off ad un punto dai Blues. Dopo il brillante successo della settimana scorsa contro gli Scarlets, Biggar e compagni cedono il passo grazie all’ottima prova al piede di Dan Parks autore di 14 punti su 27 per i suoi.

Il Leinster festeggia il nuovo anno con un’altra vittoria nei derby irlandesi sconfiggendo il Connacht all’RDS e conquistando il punto di bonus. Grandi protagonisti della gara Dave Kearney autore di una doppietta e Isa Nacewa come al solito preciso dalla piazzola. Per i verde nero, prova sottotono della stella Ian Keatley.

Nell’altra sfida tra franchigie irlandesi è il Munster a gioire contro l’Ulster dopo un primo tempo senza grandi emozioni. Le mete di Tommy O’Donnell, Barry Murphy e Lifeimi Murphy, tutte segnate negli ultimi otto minuti di gara hanno permesso alla Red Army di mantenere la testa della classifica.

In Galles il derby tra Scarlets e Dragons viene vinto dai padroni di casa che si affidano al mediano d’apertura Rhys Priestland. Il numero dieci gallese segna una meta ne trasforma un’altra e centra i pali con tre calci di punizione che a fine gara risulteranno decisivi. Tra i Dragons, giornata storta per il promettente Jason Tovey, mai realmente in partita e con poche buone idee. Nonostante la sconfitta del Parc y Scarlets, i Dragons restano davanti al Connacht in terz’ultima posizione mentre Rees e compagni volano al secondo posto.

Nonostante la sconfitta per 28 – 17, Glasgow si aggiudica la 1872 Cup contro Edimburgo. La comoda vittoria nel match d’andata ha permesso ai Warriors di restare in scia a Treviso che si impone nel secondo derby d’Italia contro gli Aironi ancora ultimi in classifica a quota 4.

Enrico Borra
Editore e Direttore
Rugby!