DFP Header Area

Rischia il Munster mentre il Linester non si ferma più

Guinness PRO12 Editor

12 Jan 2011

Tags

Le due irlandesi sono le assolute protagoniste di questa parte di stagione. Tra di loro gli Scarlets, che vincono a Edimburgo e si mantengono al secondo posto.

Il turno numero tredici spaventa (e di brutto) la capolista Munster che di fronte a dei Glasgow Warriors scatenati, suda le proverbiali sette camice per difendere Thomond Park. Spinti da un ispirato Ruaridh Jackson, gli ospiti pungono con Colin Gregor e la costante Van der Merwe, e schiacciano i ben più quotati irlandesi nella propria metà campo per lunghi tratti di incontro. La Red Army si salva ancora una volta aggrappandosi al piede di O’Gara e a una magia di Wallace e mantengono una comoda leadership di classifica.

Al secondo posto si mantengono gli Scarlets, che espugnano Murrayfield con una meta di Jonathan Davies, recuperato in pieno dall’infortunio occorso lo scorso ottobre, e salvaguardano il punto di vantaggio sul Leinster. Gli irlandesi si impongono all’RDS nel remake della finale della scorsa stagione infliggendo agli Ospreys campioni in carica la seconda sconfitta consecutiva. Ai padroni di casa bastano cinque calci di punizione di Jonny Sexton per avere la meglio dei gallesi (di nuovo a segno con il talentuoso flanker Tipuric). Il sofferto successo dei Cardiff Blues contro gli Aironi toglie alla formazione di Dai Young i cinque punti attesi dal club gallese ma consente ai campioni di Amlin Challenge Cup di rimanere aggrappati con i denti alla zona playoff (anche perché, rispetto alle prime tre della classe, Parks e compagni hanno da recuperare un match).

La vittoria con bonus raccolta dall’Ulster a Ravenhill contro la Benetton consente invece ai nordirlandesi di agguantare gli Ospreys a quota 33, con un match in meno rispetto alla corazzata di Swansea. La sconfitta di misura dell’Edimburgo spinge gli scozzesi a +4 su Treviso, che deve però recuperare il turno rinviato per neve. In coda assai prezioso il successo dei Dragons sul Connacht, che a Rodney Parade la spuntano di un solo punto (bloccando anche il possibile drop della vittoria al neozelandese Nikora) e salgono a 22 punti, superando proprio i nero-verdi e i Warriors.

Enrico Borra
Editore e Direttore
Rugby!