Gli Ospreys dicono addio ai play-off?

Guinness PRO12 Editor

27 Apr 2011

Tags

I gallesi vengono sconfitti dalla Red Army e scivolano in quinta posizione a una sola giornata dal termine. I Cardiff Blues aspettano il recupero contro i Dragons per sancire l’accesso alle fasi finali

Il big match della penultima giornata era senza ombra di dubbio la sfida tra i campioni in carica della Magners League e l’attuale capolista della regular season. A vincere è stato il Munster grazie a una punizione allo scadere di Ronan O’Gara che ha fissato il risultato sul definitivo 22-20, lasciando ai padroni di casa solamente il punto di bonus. Il mediano d’apertura della Red Army ha segnato tutti i punti della sua squadra eccezion fatta per la meta di David Wallace nel primo tempo permettendo al Munster di diventare la prima squadra irlandese a vincere al Liberty Stadium dal settembre del 2009 a oggi.

La sconfitta segna moltissimo la stagione degli Ospreys che ora si ritrovano in quinta posizione e anche se dovessero riuscire a centrare una vittoria con bonus contro gli Aironi nell’ultimo turno potrebbe non essere sufficiente perché Cardiff, ora a un punto di distanza, deve giocare una partita in più.

I Blues, infatti, in settimana affronteranno i Dragons e in caso di vittoria con bonus guadagnerebbero automaticamente un posto per le fasi finali lasciando i campioni in carica praticamente senza speranze perché l’Ulster, al quale basta un solo punto per qualificarsi, affronterà i Dragons nell’ultimo turno.

La squadra di Belfast ha avuto la meglio nel derby irlandese contro Connacht grazie a una superba prestazione del mediano d’apertura Ian Humphreys che ha messo mano in tutte e tre le marcature e ha contribuito con dodici punti al piede. Per l’Ulster si tratta della settima vittoria consecutiva al Ravenhill e ora le speranze di raggiungere i play-off passano dalla sfida contro i Dragons. La formazione di Newport in questo turno è stata sconfitta da Edinburh al Murrayfield Stadium al termine di un incontro condizionato dai molti errori d’entrambe le squadre.

I padroni di casa sono riusciti ad avere la meglio degli avversari grazie all’ennesima meta di Tim Visser e alla straordinaria prestazione di Chris Paterson, autore di una meta e di dodici punti al piede. L’estremo scozzese ha guidato alla perfezione i suoi compagni di squadra ed è stato uno dei pochi giocare a non sbagliare quasi nulla. Grazie alla vittoria con bonus contro Glasgow gli Scarlets possono continuare a credere in posto nei play-off ma anche se la matematica ancora non li condanna è altamente improbabile che riescano nell’impresa. Nonostante questo, però, il successo contro i Warriors ha comunque una grande importanza per gli Scarlets perché terminano il campionato come terza squadra gallese e si qualificano di diritto per la prossima Heineken Cup.

XV IDEALE

Chris paterson (Edinburgh)
Tim Visser (Edinburgh)
Darren Cave (Ulster)
James Hook (Ospreys)
DTH van der Merwe (Glasgow)
Ian Humphreys (Ulster)
Tavis Knoyle (Scarlets)
Xavier Rush (Cardiff)
David Wallace (Munster)
Gareth Krause (Aironi)
Alun Wyn Jones (Ospreys)
Lou Reed (Scarlets)
Cian Healy (Leinster)
Sean Cronin (Ulster)
Marcus Horan (Munster)