Dragons invincibili in casa

Guinness PRO12 Editor

18 Sep 2011

Tags

GavinThomasAironiSB

Non possono nulla gli Aironi al Rodney Parade, dove I Newport Gwent Dragons ottengono un importante successo superando la franchigia italiana per 23-14.

Hanno conquistato tre punti di bonus fuori casa l'anno scorso gli Aironi, ma salvo per pochi minuti, non sono mai sembrati in grado di fare lo stesso contro I Dragons.

Una meta dopo soli 5 minuti, poi il ritorno con Joshua Furno e, infine, Andrew Coombs a rimettere in chiaro le cose e dare ai padroni di casa il primo successo stagionale, lasciando gli italiani in fondo alla classifica.

Alla prima tra le mura amiche i Dragons tornano a sorridere, grazie anche a un avvio di match perfetto, con l'ovale che si muove veloce da sinistra a destra fino ad arrivare a Riley che schiaccia in meta, con Jason Tovey ad aggiungere due punti allo score.

Gli Aironi rispondono con grinta, ma al 12' il TMO nega la meta al XV di Rowland Phillips, mentre è Tovey a peggiorare la situazione piazzando altri tre punti, cui si aggiunge un cartellino giallo a Nick Williams alla mezzora, con Tovey che porta il match sul 13-0 per I Dragons.

Proprio prima di andare negli spogliatoi arrivano i primi punti per gli Aironi, con Naas Olivier preciso al piede al 37'.

Il rientro in campo potrebbe essere tragico per gli Aironi, se Tito Tebaldi non riuscisse ad annullare all'ultimo una meta con Martyn Thomas pronto a schiaccare e chiudere la partita.

Gli italiani si svegliano, prima è Olivier dalla piazzola a ridurre lo svantaggio, poi è Furno a marcare al 62' la prima meta degli Aironi che porta la squadra a soli due punti (13-11) dai gallesi.

Ma è solo un'illusione. Cinque minuti dopo i Dragons chiudono il discorso con Coombs che conclude una prolungata azione di Newport sull'angolo destro, allungano e non c'è più nulla da fare.

Poi arrivano ancora un piazzato a testa e i Dragons che vincono senza grossi problemi.