Treviso spreca, Leinster fa festa

Guinness PRO12 Editor

26 Nov 2011

Tags

Parte malissimo Treviso. Pronti, via e palla persa in ricezione. Sull’azione seguente altro errore difensivo e Auva’a si infila centralmente in un buco colossale e per il Leinster sono subito 7 punti pesantissimi.

 

Dopo una palla persa e un seguente errore di Leinster, però, arriva la risposta trevigiana. Punizione conquistata nella metà campo avversaria e Botes piazza tre punti importanti.

Ma la difesa veneta è ancora ferma al riscaldamento e all'ottavo minuto un'altra azione ben lavorata dal Leinster trova un altro buco nel quale si infila Carr per il 14-3 parziale.

Treviso cerca ancora una volta di rispondere al colpo ricevuto e, come prima, si affida ai falli irlandesi per mandare Botes sulla piazzola.

Quando attacca Treviso è bello da vedere, ma in questa prima fase poco concreto e gli errori commessi sono troppi per mettere realmente pressione a un Leinster che, comunque, dopo le due mete rifiata un attimo.

Ma è sempre Treviso a fare la partita e allo scadere del primo quarto arriva un'altra punizione per i veneti e Botes fa tre su tre.

Un'ostruzione in maul, però, rimanda il Leinster oltre il break poco dopo, ma Treviso aveva rischiato grosso dopo un offload di Williams che aveva lanciato gli irlandesi verso la meta veneta.

Pesano tantissimo le due mete regalate in avvio, perché la Benetton sta facendo la partita in questo primo tempo, ma fatica a concretizzare e solo il piede di Botes alla mezzora permette di muovere il tabellone, ma continuando a inseguire.

Il primo tempo si chiude con i biancoverdi in avanti, ma senza Ben De Jager che deve abbandonare il campo per infortunio.
Soffre l'avvio di ripresa il Treviso, ma quando la squadra ritrova la giusta concentrazione risale il campo e, per la quinta volta, è Botes ad avere l'occasione di portare i veneti a meno due.

E non sbaglia. Purtroppo, però, mentre Treviso costruisce molto, Leinster è più chirurgico. A ogni palla conquistata arriva dopo poco una punizione a favore degli irlandesi. Nel primo tempo McFadden aveva mancato un piazzato, ma ora i tre punti ci sono e si torna a -5.

Girandola di cambi, ma non cambia la capacità di fare male di Williams e Botes.

Un bel calcio del mediano spostato all'ala manda Treviso a un passo dalla meta. Palla irlandese, ma Benvenuti e Williams lo obbligano ad annullare dando una mischia fondamentale ai veneti. Si parte, palla al neoentrato Vosawai, sfondamento, palla oltre la linea di meta e pareggio Treviso dopo l'errore di Botes al piede. Arriva, però, ancora una volta l'immediata risposta irlandese e McFadden al piede riporta avanti Leinster.

Al 63' il colpo del possibile ko. Leinster in attacco e Treviso si dimentica di difendere, come in avvio di partita, e O'Malley deve solo correre fin sotto i pali per un più dieci che penalizza un Treviso fino a quel momento bello, ma poco concreto e che ha regalato tre mete agli ospiti.

I minuti passano e a 5 minuti dal termine il cartellino giallo a Jennings fa sperare i veneti, ma Botes nella ripresa non ha precisione e arriva un nuovo errore dalla piazzola.

Si arriva, così, all'80' con Treviso che chiude in attacco, ma che deve recriminare per i troppi errori commessi in un match che poteva finire diversamente e che, alla fine, non dà neppure il punto di bonus a Derbyshire e compagni.