Leinster, vittoria e bonus con Treviso

Guinness PRO12 Editor

10 Feb 2012

Tags

Dieci minuti di blackout di Treviso in un match non bello regalano al Leinster la vittoria netta sui veneti.

 

Niente da fare come era immaginabile alla vigilia, per il Benetton nella trasferta di Dublino, anche viste le numerose assenze e le scelte condizionate in formazione.

Giocano a viso aperto le due squadre, con il Leinster che al 5' passa in vantaggio con un calcio piazzato di Nacewa, che può sfruttare un "tenuto" di Benjamin De Jager. 

I dieci minuti successivi sono molto tattici ed il solo Nacewa riesce a rendersi nuovamente pericoloso al 14' con un'azione personale, sostenuta da O'Shea, ma perde palla in avanti nel momento topico.

Al 20' drop sicuramente non bello esteticamente ma di assoluta efficacia per Alberto Di Bernardo, che non fa così rimpiangere l'assenza dello specialista Kris Burton e pareggia i conti. 

L'illusione, tuttavia, dura poco. Solo due minuti più tardi, il Leinster trova uno spazio per attaccare e crea la superiorità numerica al largo. 

Auva'a serve Madigan che finta di passare e si inserisce tra Ezio Galon ed Alberto Chillon, che non riesce a fermarlo, consentendo così la prima meta.

La reazione biancoverde porta il XV della Marca più volte nel territorio avversario e al 30' Alberto Di Bernardo può provarci dalla distanza con un calcio piazzato.

La potenza c'è, ma non altrettanto la precisione. Precisione che, invece, non manca due minuti più tardi a Nacewa, che sfrutta un ingresso laterale, per fissare lo score sull'11-3, risultato con cui si conclude la prima frazione di gioco.

Due minuti di gioco nella ripresa e grande occasione subito per Treviso. Brendan Williams calcia ad incrociare in uno spazio sguarnito ed Andrea Pratichetti, spostato all'ala con l'esordio stagionale di Gonzalo Garcia, mette in difficoltà la retroguardia irlandese. 

Nacewa è costretto a rifugiarsi in rimessa laterale e sul lancio successivo, i Leoni impostano un buon avanzamento da maul ed arrivano poi ad un passo dalla marcatura pesante con Pedro Di Santo. 

All'8' Di Bernardo ha un'altra occasione dalla distanza, ma fallisce nuovamente il tentativo e il risultato rimane invariato.

Ancora una volta, dopo un errore dell'apertura italoargentina, arrivano i punti di Leinster, con il piede di Nacewa. 

Il Benetton, comunque, è in partita. Al 15' Simon Picone fa uscire velocemente palla per Pedro Di Santo, bravissimo ad impegnare due uomini e a creare di fatto il canale per l'inserimento di Matteo Muccignat che vola in meta.

Leinster è grande squadra e reagisce subito e tra 23' e 27' assesta i colpi del ko. Prima Carr trova un buon varco e dall'azione successiva è Strauss che trova un ottimo angolo e si allunga in meta. 

Poi Nacewa imposta al largo con Kearney, che sprinta su Francesco Minto e rientra l'ovale all'interno all'estremo che può tuffarsi per il 28-8. 

Cinque minuti dopo ancora un buono spunto di Nacewa crea lo spazio al neoentrato Cooney per volare in meta e prendere anche il punto di bonus. 

All'ultimo minuto, infine, calcio all'ala di Madigan per Carr, rientrato al posto del RaboDirect Man of the Match Nacewa, e quinta meta per il Leinster. Lo stesso Madigan trasforma e fissa il risultato sul 42-8.