Troppo Munster per Treviso

Guinness PRO12 Editor

7 Sep 2012

Tags

DougHowlettMunTreSB12

Vincono gli irlandesi a Limerick grazie a una meta di Doug Howlett nel secondo turno della RaboDirect PRO12.

 

Parte bene il Treviso a Limerick e dopo tre minuti va in vantaggio con il piede di Di Bernardo. Ma la risposta del Munster è immediata e durissima. 

All'6' buco difensivo centrale del Treviso, Doug Howlett ringrazia e schiaccia tra i pali. E' un match giocato a faccia aperta da entrambe le squadre e nei primi minuti lo spettacolo non manca. Soffre, però, Treviso e le maglie rosse guadagnano metri e al 13' Keatley può aggiungere tre punti al tabellino.

La Benetton prova a reagire, si muove bene sul campo e dà un ovale a Di Bernardo che tenta un drop che però esce a lato.

Il Munster avanza a piccoli passi, vince una mischia, ottiene una punizione e ancora una volta è Ian Keatley a muovere il punteggio mandando i padroni di casa a +10.

A fare male, però sono i break dei trequarti irlandesi che riescono a guadagnare tantissimi metri ogni volta che prendono velocità e rispingono i veneti nella loro metà campo.

Su un ovale perso da Brendan Williams dopo un lungo slalom arriva un calcio che obbliga Nitoglia al fallo e Munster può allungare ancora mentre si tocca la mezz'ora di gioco.

Da una situazione difficile nei 22 difensivi, Morisi riesce a risalire quasi tutto il campo al piede e solo all'ultimo il passaggio a Williams è in avanti, ma Treviso almeno rialza la testa e si riporta nella metà campo rossa.

Ma continuano a soffrire in mischia i veneti e dal pack Munster costruisce il proprio possesso in questo primo tempo che si avvia al termine. E finisce sul 16-3 con Treviso che chiude 40' di sofferenza dove è riuscita a creare pochissimo e, invece, si salva difendendo bene.

Si parte con Semenzato in regia e Gori al centro e il primo affondo è della Benetton che si presenta subito nei 22 avversari.

Purtroppo continua la sofferenza in mischia, Derbyshire non controlla l'ovale e Treviso perde la prima occasione per riavvicinarsi.

Così è di nuovo Munster a pressare e a schiacciare i biancoverdi in difesa, controllando il match e facendo faticare oltremodo gli uomini di Smith. E quando i rossi accelerano fanno male, così gli irlandesi si trovano a un passo dalla seconda meta e alla fine per fermarli Alberto Sgarbi commette fallo e riceve il cartellino giallo.

Keatley aggiunge tre punti, ma soprattutto l'inferiorità rischia di costare carissimo a Treviso. Resistono, però, i veneti nonostante l'inferiorità, limitando i danni, ma senza costruire gioco quando si sta arrivando all'ora di gioco.

Se a ciò si aggiungono tutti gli errori di Brendan Williams alla mano e al piede, che castra le poche occasioni di costruire gioco, si capisce perché Treviso a Limerick non può far altro che limitare i danni e nulla più.

Al 64' finalmente tornano punti nel tabellino biancoverde, con Di Bernardo che piazza dopo un fallo sulla linea dei 22. E' una bella Treviso questa nell'ultimo quarto, anche se i veneti producono finalmente gioco, ma non trovano gli spazi per concretizzare.

Così si arriva verso la fine del match con gli ospiti che fanno la partita e Munster che si limita a controllare un match ormai portato a casa. Treviso, invece, spinge per conquistare un punto di bonus che sarebbe fondamentale nella stagione.