Treviso, un drop di lacrime

Guinness PRO12 Editor

15 Sep 2012

Tags

La Benetton Treviso esce sconfitta da Monigo al termine di un bellissimo match. Decisivo il drop di Jonathan Sexton a un minuto dal termine.

Inizio molto vivace dalle due squadre che attaccano molto, ma che trovano due ottime difese a fermarle. Così devono passare oltre 10 minuti prima che Treviso trovi una punizione piazzabile e al 14' la Benetton passa avanti.

E i veneti continuano a spingere, si portano nei 22 metri, obbligano al fallo gli irlandesi che restano anche in inferiorità con il cartellino a McLaughlin. Di Bernardo però sbaglia il piazzato e si resta sul 3-0. Subito dopo Gori va in meta, ma viene tenuto alto e il primo quarto si chiude con la Benetton che attacca.

Ma la meta, che è nell'aria, arriva subito dopo. La conquista, di forza, Robert Barbieri e i veneti volano nel punteggio, nonostante il nuovo errore di Di Bernardo dalla piazzola.

Treviso lavora bene anche in mischia e gli irlandesi faticano a trovare soluzioni per rendersi pericolosi e, invece, sono i trequarti veneti con Benvenuti e Gori a sparigliare la difesa del Leinster e a portarsi ancora una volta vicino alla meta. Si arriva quasi alla mezz'ora prima che gli ospiti trovino lo spunto per portare Sexton sulla piazzola e l'apertura irish non sbaglia.

Si continua all'insegna del bel gioco, dell'equilibrio e delle difese, anche se la maggiore pressione viene portata dai biancoverdi che però commettono troppi errori e non concretizzano.

Ma è sempre la squadra di casa a insistere e a cercare di chiudere in attacco il primo tempo, ma l'ultimo affondo è irlanese, con il tempo che però finisce con Treviso avanti solo di una meta.

Continuano anche a inizio ripresa le due squadre a giocare alla mano e al 44' è Brian O'Driscoll a inventarsi la giocata vincente, crea un buco che non c'è, ci si infila e ringrazia per il vantaggio degli ospiti. Treviso cerca di rispondere subito, ma è troppo frenetica l'azione dei veneti che ancora una volta creano molto, ma senza concretizzare le occasioni che si presentano.

Così al 53' è Sexton ad andare sulla piazzola, ma l'apertura irlandese sbaglia e si resta fermi sul 10-8 per gli ospiti. E', però, un momento molto buono per il Leinster che continua a restare in attacco e a cercare di allungare nel punteggio.

Al 58' altra occasione, così, per Sexton e questa volta è impossibile sbagliare e gli ospiti vanno sul +5.
Si entra nell'ultimo quarto con il Leinster che controlla il match e la Benetton che deve ritrovare la tranquillità e la lucidità per recuperare uno svantaggio che sembra far tremare le gambe ai biancoverdi.

Al 64' giocata incredibile della Benetton, che con diversi offload e passaggi al limite della follia portano i padroni di casa per la prima volta in attacco, ma l'azione viene interrotta dall'arbitro per un infortunio di Strauss che deve abbandonare il campo in barella.

Dalla seguente mischia Treviso ottiene fallo e dopo averci rinunciato un paio di volte – di troppo – i veneti decidono di andare per i pali.

Di Bernardo non sbaglia e Treviso torna a -2 quando manca un quarto d'ora al termine. I minuti passano, ma Treviso pur riuscendo a gestire meglio il match da un punto di vista del possesso, continua a commettere errori banali che vanificano quello che di buono il XV di Franco Smith riesce a fare.

Così al 73' è di nuovo Jonathan Sexton ad andare per i pali e a riportare sopra il minibreak il Leinster. Finale con Treviso che deve andare all'arrembaggio e dove non ci si possono permettere errori se si vuole portare a casa la partita.

E al 78' la maul veneta abbatte la resistenza del Leinster e Fabio Semenzato supera la linea di meta. TMO, meta e Treviso impatta prima del calcio di Di Bernardo. Apertura che non tradisce e Benetton che va avanti di due punti. A gelare Monigo, però, è un drop incredibile di Sexton a pochissimi attimi dalla fine che riporta avanti il Leinster.