Zebre, la vittoria sfuma nel finale

Guinness PRO12 Editor

3 Nov 2012

Tags

KristianPhillipsScaZebSB12

Si parte con un cambio per le Zebre rispetto alla formazione annunciata: Chiesa è all’apertura e Buso in panchina.

Forfait nel riscaldamento di Trevisan, al suo posto Benettin che prende posto al centro. Halangahu parte estremo. La gara parte con una touche rubata da van Schalkwyk dopo il primo fallo fischiato dall'arbitro Phillips alle Zebre nel primo punto d'incontro.

Pratichetti viene placcato altro e il gioco si ferma per i dovuti soccorsi. Si riprende con una mischia bianconera e subito arriva una sanzione conto il pack gallese.

Il direttore di gara fischia un fallo per tenuto e così arriva la seconda touche gallese a ridosso dei 22. Dopo una lunga fase d'attacco che non riesce ad avanzare l'ala Phillips viene portata fuori in rimessa laterale.

Chiesa prova a sorprendere la difesa gallese con un calcetto al largo ma Sole non recupera l'ovale; ottima palla rubata in ruck dalle Zebre sui 35 metri ma Chiesa perde l'ovale in avanti.

Le Zebre continuano a calciare l'ovale lungo nella metà campo gallese con efficacia. Al dodicesimo minuto viene fischiato un fallo in ruck ai gallesi sui 35 metri e Halangahu va per i pali da posizione centrale portando in vantaggio i bianconeri.

Altro fallo sulla metacampo in ruck ai gallesi e Halangahu questa volta va in touche sui 10 metri. Sole mette giù l'ovale, l'azione si sposta al centro ma l'arbitro sanziona un'entrata laterale di Pratichetti che vanifica la prima azione d’attacco nei 22.

Dopo una palla recuperata in ruck da Redolfini, l'arbitro nota un fuorigioco contro gli Scarlets, Halangahu per i pali da 30 metri ma il calcio va largo sulla sinistra. Dopo un'altra touche ricevuta da Sole l'arbitro fischia il terzo fallo in ruck agli Scarlets, molto indisciplinati sul punto d'incontro.

Halangahu per i pali da 45 metri fallisce ancora. Ancora Zebre a tenere le redini del gioco con Van Schalkwyk che trova un bell'avanzamento dopo una mischia sui 40 metri ma, isolato, finisce per perdere l'ovale in ruck sui 22.

Altra mischia sulla metà campo per un lancio storto e Chiesa cerca ancora la profondità con un calcio rasoterra che esce sui 22.

Buona azione delle Zebre in attacco col livornese, questa sera all’apertura, che cerca di innescare le corse di Benettin ed Halangahu, prima che Tebaldi trovi un altro calcio efficace che esce sui 5 metri gallesi.

Gli Scarlets provano ad attaccare ma è ancora buona la difesa delle Zebre che concedono solo un calcetto uscito sui 22.

Gli Scarlets riescono ad entrare di nuovo nei 22 al 34esimo minuto e l'arbitro sanziona con un doppio giallo Ferrarini e Owen per una scazzottata dopo una ruck.

Sulla successiva mischia gallese l'arbitro irlandese Phillips sanziona in pack bianconero e Thomas centra i pali da posizione centrale sui 22 metri per il pareggio.

Sull'azione seguente ennesimo fallo contro il difensore degli Scarlets sul punto d'incontro e questa volta Halangahu segna il piazzato per il vantaggio Zebre 6-3.

La prima frazione si chiude con una buona touche gallese che innesca la rolling maul che entra nei 22; la linea d'attacco non riesce ad avanzare e l'arbitro torna su un precedente vantaggio. Non essendoci più tempo per una touche Thomas può solo provare il piazzato che finisce sul palo sinistro.

I secondi 40 minuti partono con un fallo contro le Zebre in ruck, il mediano Davies batte veloce e sorprende la difesa entrando nei 22 al centro del campo prima di venire placcato. L'azione si sposta a sinistra e poi a destra ma i gallesi perdono l'ovale in avanti.

Le Zebre giocano senza prendere la mischia prima con Aguero che trova un break e poi con Odiete che risale il campo fino alla metà portato fuori nei pressi della panchina bianconera. Scatta un parapiglia a bordo campo e Tebaldi ne fa le spese con un giallo nel momento in cui Ferrarini e Owen rientrano in campo.

I gallesi così usufruiscono di un piazzato e vanno in touche nei 22; provano a superare la difesa italiana che concede solo una touche per un pallone intercettato in avanti da Pace. Il pack bianconero subisce il fischio dell'arbitro irlandese, facile calcio di Thomas dai 20 metri per il pareggio.

Al decimo Odiete, momentaneamente a mediano di mischia, gioca bene una mischia sulla metacampo e guadagna un piazzato centrale.

Halangahu centra purtroppo la traversa. Fallo contro la mischia bianconera e questa volta è l'apertura Thomas a provare per i pali da metà campo portando in vantaggio per la prima volta i gallesi al quindicesimo.

I gallesi scelgono soluzioni semplici d'attacco sull'asse mediano, prima di innescare Phillips che entra nei 22 ma viene placcato da Pratichetti: sulla fase successiva il pallone viene perso in avanti dall’attacco dei padroni di casa.

Nuova azione d'attacco nei 22 bianconeri e Manici, intercettato l’ovale, ricicla bene per Sole che restituisce l'offload: l’azione prosegue in avanzamento, Tebaldi strappa l'ovale ad un avversario e apre per Pratichetti che segna la prima meta della serata.

Halangahu trasforma per il 13-9: davvero una bella azione delle Zebre che risalgono in velocità tutto il campo con diversi ottimi ricicli .

Al 27esimo minuto c’è un’azione veloce di ripartenza per i padroni di casa che riescono ad entrare nei 22, l'arbitro ritorna su un vantaggio per un tenuto e Thomas aggiunge 3 punti nel carniere degli Scarlets per il 12-13. Fase frenetica del gioco con molti calci ad esplorare la profondità da parte di entrambe le formazioni.

Touche a favore delle Zebre sui 22 avversari per un calcio finito direttamente fuori ad opera dell'ala gallese ma l'occasione non viene concretizzata.

La gara si decide al 73esimo: dopo un altro up & under l'ala gallese Phillips riesce ad intercettare il pallone in volo nonostante il fuorigioco precedente di diversi compagni che partecipano al raggruppamento e s'invola in meta per il vantaggio gallese 19-13.

Il vantaggio aumenta a due minuti dalla fine quando un fallo in mischia da a Thomas la possibilità di centrare i pali da 45 metri togliendo anche il punto di bonus ai bianconeri.