PRO12rugby
PRO12Rugby
RaboDirectPRO12
1383708679.1677ed0.d6b06615bfda408eb39293eaa71538f9

Treviso, coi Dragons il primo acuto

Guinness PRO12 Rugby Editor

23 Sep 2016

TAGS

Italiano
©INPHO/Elena Barbini

Arriva la prima vittoria della Benetton Treviso, che dimentica velocemente il pesante ko di una settimana fa e batte meritatamente i Newport Dragons.

Match fatto da Sgarbi e compagni, che mostrano ancora troppi limiti nel concretizzare la mole di gioco creata, ma che basta ad avere la meglio dei gallesi e portare i primi 4 punti a casa.

Avvio a ritmi lenti a Treviso, con i padroni di casa impegnati soprattutto in difesa, ma la prima occasione dalla piazzola per Newport va larga e nulla di fatto. Migliore fortuna, invece, al 16′ va a segno con Tommaso Allan alla fine di un lungo periodo di buon possesso per i padroni di casa.

Insiste la Benetton, domina il possesso, ma attorno al 20′ su un bel calcio di Allan al largo la palla arriva a Lazzaroni che libera McLean, ma l’ala che avrebbe la strada libera non controllo l’ovale e fa avanti.

Poco dopo è ancora la squadra di casa a imporsi in mischia, nel gioco al piede e un calcetto ben dentro i 22 di un ottimo Tommaso Allan permette a Tommaso Benvenuti di gettarsi sull’ovale con una mano e schiacciarla per la prima meta del match.

Si distrae un po’ con la meta segnata la Benetton e Newport colpisce immediatamente con Landman, che schiaccia di prepotenza e dimezza lo svantaggio dei gallesi.

Rischia ancora Treviso quando i gallesi trovano un buon buco e si portano sui 5 metri, ma difendono bene i padroni di casa e si salvano poco dopo la mezz’ora di gioco.

Gioca bene la squadra di Crowley, ma come nei primi tre match non sanno concretizzare il tanto possesso e la mole di gioco mostrata in campo.

Niente di fatto, dunque, e così a tempo scaduto è Newport a conquistare un calcio, marcare e così si va negli spogliatoi con la Benetton a +2.

Continua a insistere la Benetton anche a inizio ripresa, ma ancora una volta l’imprecisione dei singoli impedisce ai padroni di casa di mettere punti sul tabellone.

All’8′, però, è efficace finalmente l’attacco dei padroni di casa, con Allan che fa il buco, poi sul prosieguo dell’azione è Filo Paulo a schiacciare al largo e Allan con un bel calcio porta a +9 i padroni di casa.

Sbaglia troppo al piede il Newport che così regala occasioni ai padroni di casa. Errori anche da parte della Benetton, che spreca ancora e porta i Dragons dentro i propri 22.

Si salvano Allan e compagni, anche se i padroni di casa faticano a risalire il campo quando ci si avvicina all’ora di gioco.

Un brutto fallo in aria, non penalizzato con il giallo dall’arbitro, su Esposito permette alla Benetton di riproporsi in attacco dopo un periodo difficile.

E arriva anche la punizione che permette a Tommy Allan di mettere altri tre punti e si va sul 20-8. Si torna a +9 pochi minuti dopo, con una punizione centrale per Angus O’Brien.

Insiste la Benetton che vuole chiudere il match, lunga azione che, però, si conclude solo con l’orologio che è girato molto, ma senza trovare la meta che poteva significare vittoria sicura a una decina di minuti dal termine.

Ma ormai è un monologo biancoverde, Newport sembra essersi arreso, anche se la Benetton continua a non marcare, con un possesso che avrebbe potuto portare anche al bonus se i veneti avessero concretizzato le occasioni avute.

E, alla fine, arriva la terza meta al 79′ con la realizzazione di Fuser, con Allan che trasforma con il drop per avere ancora un attacco per cercare la quarta meta. Bonus che non arriva, ma a Monigo è comunque festa per la convincente vittoria.