PRO12rugby
PRO12Rugby
RaboDirectPRO12
1383708679.1677ed0.d6b06615bfda408eb39293eaa71538f9

Ospreys KO a Dublino, Ulster a Blues in vetta

Guinness PRO12 Rugby Editor

27 Sep 2016

TAGS

Italiano
©INPHO/Billy Stickland

Nuova coppia al vertice del Guinness PRO12: Ulster e Cardiff vincono in trasferta contro Warriors e Zebre e superano i gallesi che cadono pesantemente nella tana del Leinster. Primo successo stagionale per il Benetton Treviso, Connacht ancora ko.

Grazie ad una prestazione magistrale, l’Ulster di Neil Doak espugna per la prima volta lo Scotstoun di Galsgow e sale in vetta al Guinness PRO12. I nord-irlandesi volano nel primo tempo grazie al grande lavoro del proprio pack ma è nella ripresa che Pienaar e compagni realizzano il capolavoro: resistendo al ritorno degli scozzesi (stranamente molto fallosi ed imprecisi) soprattutto grazie ad una difesa asfissiante ed estremamente concreta. A guidare la classifica del torneo italo-celtico anche i Cardiff Blues (con l’Ulster le uniche due formazioni ancora imbattute del Torneo) che a Parma devono però sudare le proverbiali sette camicie per uscire vittoriosi contri le Zebre. Forti della splendida prestazione registrata nei 40 minuti giocati contro il Connacht la settimana precedente, gli uomini di Guidi mettono paura agli ospiti che, complice anche un match caratterizzato da quattro cartellini gialli e molti errori dalla piazzola, vincono con un risicato 23 a 21 (e interrompono così la serie nera “Made in Italy”).

Prima sconfitta per gli Ospreys che vengono sonoramente battuti a Dublino da un sontuoso Leinster e sono costretti a cedere la leadership. All’RDS Arena finisce 31 a 19 per gli idoli di casa, autentici dominatori di un match senza storia fin dalle prima battute, che ha visto addirittura gli uomini di Leo Cullen volare sul 31 a 0.

Importante anche la vittoria del Munster, capace tra le mura amiche di piegare Edimburgo, sfruttando una grandiosa seconda metà del primo tempo: sotto 7 a 0 (Chris Dean), la Red Army si sveglia e segna tre volte in meno di 15 minuti con Conor Murray (doppietta) e Conor Oliver. Ancora sconfitto invece il Connacht campioni in carica che a LLanelli punge per primo con Adeolokun ma poi subisce il ritorno degli Scarlets ispirati da un Liam Wiliams in stato di grazia (doppietta decisiva per lui).

Prima, fondamentale vittoria infine per il Benetton Treviso che di fronte ai quasi 3.000 fedelissimi spettatori accorsi a Monigo per sostenere i propri beniamini, sfodera una prestazione di grande carattere e vince il cruciale match interno con i Dragons con un eloquente 27 a 11. Nel primo tempo segna ancora Tommy Benvenuti ma è nella ripresa che i bianco-verdi mettono la freccia e salutano i gallesi: prima Lazzaroni e poi Fuser regalano ai veneti i primi quattro punti della stagione.