PRO12rugby
PRO12Rugby
RaboDirectPRO12
1383708679.1677ed0.d6b06615bfda408eb39293eaa71538f9

Il ritorno del Connacht

Guinness PRO12 Rugby Editor

11 Oct 2016

TAGS

Italiano
Guinness PRO12, Sportsground, Galway 30/9/2016
Connacht vs Edinburgh
Connacht’s Niyi Adeolokun goes clear to score his side's first try
Mandatory Credit ©INPHO/James Crombie

Nella sesta giornata del Guinness PRO12 cade anche l’ultima imbattibilità: la capolista Ulster cede al ritrovato Connacht e viene agganciato in vetta dal Leinster che si assicura l’altro derby d’Irlanda. Salgono gli Ospreys, a valanga sui Blues, e i Warriors che espugnano il Lanfranchi. Male Treviso.

Il ritorno del Connacht campione in carica mette infiamma il Guinness PRO12. I nero-verdi di Pat Lam, a quota zero dopo le prime quattro giornate, incassano infatti la seconda vitoria consecutiva e ora, con il match contro le Zebre da recuperare, potrebbero prepotentemente rientrare in corsa. Dopo l’Edimburgo a cadere allo Sportsground è questa volta l’Ulster, unica imbattuta della stagione italo-celtica che, grazie al punto di bonus difensivo riesce comunque a mantenere e la vetta della classifica anche se raggiunto dal Leinster.

I ragazzi di Leo Cullen piegano infatti i cugini del Munster nello splendido scenario dell’AVIVA Stadium di Dublino e proseguono la striscia di successi che li ha catapultati al primo posto: decidono due mete del sempiterno Isa Nacewa che scavano il solco profndo che la Red Army non riuscirà più a colmare. Salgono ad un solo punto dalla vetta gli Ospreys che regolano senza troppi problemi i Cardiff Blues nel derby del Galles. A Swansea finisce 46 a 24 per i padroni di casa, capaci di varcare la linea di meta avversaria per ben sette volte (doppietta per Eli Walker).

Vincono anche i Glasgow Warriors che devono però sudare fino all’ultimo per uscire indenni dalla trasferta di Parma. Contro le Zebre gli scozzesi soffrono per tutti il primo tempo (l’equilibrio è spezzato da Fraser Brown a due minuti dall’intervallo) ma poi grazie alle mete in rapida successione di Lamont e dell’ex Sarto prendono il largo. Venditti e Van Schaklwyk accorciano per i padroni di casa che trovano allo scadere con il piede di Canna il meritato punto di bonus.

Il cappotto scozzese sulle italiane è completato dall’Edimburgo che contro il Benetton Treviso trova la prima vittoria della nuova gestione Hodge di fronte al pubblico amico. A Murrayfield non c’è partita e i padroni di casa chiudono la pratica già al termine del primo tempo, per poi dilagare nella ripresa (alla fine il risultato sarà di 45-10 per i rosso-neri).

Vittoria importante ma assai sofferta infine quella che gli Scarlets di Wayne Pivac strappano a dei positivi Dragons nell’ultimo derby in programma nel weekend. I padroni di casa pungono per primi ma gli ospiti reagiscono, mettono la freccia e giudicano nel punteggio fino all’ora di gioco, quando Jonathan e Steffan Evans ribaltano il punteggio. Nel finale Sarel Pretorius riporta sotto i Dragons ma il forcing finale non produce risultato.