DFP Header Area

Gli Scarlets di Pivac cercano il miracolo nella tana del Leinster

Enrico Borra

Enrico Borra

17 May 2017

Tags

La prima semifinale per il titolo 2017 di Guinness PRO12 si disputerà questa sera alla RDS Arena di Dublino e sarà diretta dal fischietto italiano Marius Mitrea.

Il Leinster di Leo Cullen, secondo al termine della stagione regolare ma a lungo dominatore della classifica del Torneo italo-celtico, ospiterà la sorpresa Scarlets in una sfida imprevista ma tutta da gustare.

I gallesi, terzi e protagonisti di una crescita costante nel corso della stagione, vengono infatti da cinque successi consecutivi e si sono dimostrati squadra capace di eliminare nella dura corsa ai playoff formazioni sulla carta ben più titolate come i Glasgow Warriors e il Connacht, le ultime due trionfatrici nel Guinness PRO12, e soprattutto l’Ulster, partita ad inizio di stagione apertamente a caccia del titolo.

Gli Scarlets però nella loro storia non hanno mai vinto a Dublino e questa potrebbe essere già di per se una premessa fondamentale alla sfida di stasera che parte per questo con il Leinster di Leo Cullen a godersi dei favori del pronostico.

Soprattutto nei trequarti, lo scontro di Dublino rappresenta una delle massime espressioni della stagione di Guinness PRO12.

Se infatti da un lato i padroni di casa possono esibire una mediana formata da Sexton e McGrath e un centrocampo composto da due astri nascenti del rugby irlandese come Henshaw e Ringrose, i rossi di Llanelli getteranno nella mischia il mediano di mischia della nazionale Gareth Davies e i due centri di maggior estro del rugby gallese: Scott Williams e Jonathan Davies, pericolosi non solo palla in mano ma anche e soprattutto per l’abilità di creare spazi per far correre le gambe di McNicholl, Liam Williams e Steff Evans (occhio a DTH Van Der Merwe, in panchina).

L’incognita maggiore è rappresentata senza dubbio dalla resa dell’ex 10 dei Cardiff Blues Rhys Patchell, talento indiscutibile e giocatore capace di far girare a pieno ritmo la pericolosa linea gallese ma spesso contratto ed evanescente nelle partite che contano.

In un match che si prevede assai ruvido nei breakdown, sarà anche interessante capire come saranno gestite, da parte di entrambe le formazioni in campo, le fasi di conquista.

Se la mischia ordinata potrebbe infatti favorire la profondità della rosa irlandese, la mancanza dal primo minuto di Toner potrebbe regalare agli Scarlets possessi di qualità in rimessa laterale.

DA TENERE D’OCCHIO

JACK CONAN: in una sfida tra due squadre che sfoggiano qualità impressionante nelle linee arretrate, sarà fondamentale la battaglia uomo a uomo sulla linea del vantaggio.

Per Conan il lavoro sarà duplice: da un lato dovrà contenere a specchio capitan Barclay e dall’altro dovrà riuscire a trasformare i palloni a lui affidatigli in possessi avanzanti in grado di mettere McGrath nelle condizioni ottimali per servire con ritmo Sexton, Carbery e i compagni di reparto.

PUNTI CHIAVE

Molto si giocherà, come scritto, sulla tenuta mentale e tattica di Rhys Patchell che dovrà provare a contrastare la oramai universalmente riconosciuta abilità nel controllo del gioco di Johnny Sexton (attenzione inoltre a Joey Carbery nella posizione di incursore e/o in quella di secondo play arretrato).

La differenza in un contesto sulla carta così equilibrato la può fare però soprattutto la panchina del Leinster.

I dubliners hanno scelto di tenere fuori dal quindici titolare (chi per scelta tecnica, chi per non perfette condizioni di forma) tre elementi chiave come Devin Toner, Dan Leavy e Sean O’Brien, spesso e volentieri determinanti soprattuto nel lavoro sporco sui punti d’incontro.

Proprio al loro utilizzo potrebbe ricorrere Cullen nel caso James Davies si confermasse dominatore della zona placcato-placcatore.

L’oramai consolidato schema del subentro ai due/terzi di gara di una prima linea di esperienza ed estrema qualità come quella formata da Bent, Strauss e Healy potrebbe inoltre mettere a dura prova il pack gallese, già privo di leader come Jake Balle soprattutto Ken Owens.

LEINSTER vs SCARLETS

RDS Arena, Dublino

Venerdì 19 maggio ore 20.45

COSI’ IN STAGIONE REGOLARE:

25 novembre 2016: SCARLETS – LEINSTER: 38-29

4 marzo 2017: LEINSTER – SCARLETS: 45-9

LE FORMAZIONI ANNUNCIATE

LEINSTER: 15 Joey Carbery, 14 Adam Byrne, 13 Garry Ringrose, 12 Robbie Henshaw, 11 Isa Nacewa (c), 10 Johnny Sexton, 9 Luke McGrath, 8 Jack Conan, 7 Josh van der Flier, 6 Rhys Ruddock, 5 Hayden Triggs, 4 Ross Molony, 3 Tadhg Furlong, 2 James Tracy, 1 Jack McGrath

In panchina: 16 Richardt Strauss, 17 Cian Healy, 18 Michael Bent, 19 Devin Toner, 20 Dan Leavy, 21 Seán O’Brien, 22 Jamison Gibson-Park, 23 Zane Kirchner

SCARLETS: 15 Johnny McNicholl, 14 Liam Williams, 13 Jonathan Davies, 12 Scott Williams, 11 Steff Evans, 10 Rhys Patchell, 9 Gareth Davies, 8 John Barclay (c), 7 James Davies, 6 Aaron Shingler, 5 Tadhg Beirne, 4 Lewis Rawlins, 3 Samson Lee, 2 Ryan Elias, 1 Rob Evans

In panchina: 16 Emyr Phillips, 17 Wyn Jones, 18 Werner Kruger, 19 David Bulbring, 20 Will Boyde,  21 Jonathan Evans, 22 Hadleigh Parkes, 23 DTH van der Merwe

ARBITRO: Marius Mitrea (ITA)